2013
20-12-2013
Albo: di nuovo in pista la riforma Lorenzin

Il Consiglio dei Ministri riapprova il ddl. La palla alle Camere.

Dettaglio
03-12-2013
LA BANCA DATI ECM SI APRE AI PROFESSIONISTI

Il Consorzio per la gestione anagrafica delle professioni sanitarie (Co.Ge.A.P.S.) cui aderisce ANTOI, a partire dal 2 dicembre 2013, ha reso disponibile ai singoli professionisti, e quindi anche ai tecnici ortopedici, l'accesso alla banca dati dei crediti ECM acquisiti, negli anni, dai professionisti.

Dettaglio
22-11-2013
ANTOI con il Co.N.A.P.S. per la carta professionale europea per i Tecnici Ortopedici

Entro il corrente mese di novembre, il Consiglio Europeo approverà il testo che modifica la Direttiva 2005/36/CE; tra le maggiori novità della direttiva revisionata, vi è la Carta professionale europea (EPC) volta a semplificare e migliorare le procedure per il riconoscimento delle qualifiche professionali.

Dettaglio
19-11-2013
Avviso pubblico per l'iscrizione nell'elenco esperti Age.na.s per l'affidamento di incarichi professionali connessi agli eventi in ambito ECM

La Commissione Nazionale Formazione Continua di Age.na.s, l'Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali, ha pubblicato sul sito Age.na.s un avviso pubblico finalizzato all'iscrizione, in un elenco di esperti, per l'eventuale affidamento di incarichi professionali connessi agli eventi in ambito ECM.

Dettaglio
11-11-2013
La Fondazione GIMBE lancia il progetto ''Salviamo in Nostro SSN''

La Fondazione GIMBE è una organizzazione indipendente che promuove l'integrazione delle migliori evidenze scientifiche in tutte le decisioni che riguardano la salute delle persone.

Dettaglio
26-10-2013
La sfida dell'e-Health e le professioni sanitarie - anche ANTOI a convegno

Convegno ECM  "Professioni Sanitarie & ICT" - Sabato 26 ottobre 2013 - Roma

Dettaglio
22-10-2013
Europa: Professioni sotto esame

Il 2 ottobre 2013 la Commissione europea ha annunciato l’inizio di un sistematico esame della regolamentazione delle professioni nell’Unione.

Dettaglio
18-10-2013
Arriva la tessera del professionista europeo

L'Europarlamento approva il riconoscimento delle qualifiche professionali nella Ue

Dettaglio
16-10-2013
ANTOI A REATECH 2013

Antoi ha partecipato con un proprio desk all’Assemblea Nazionale dei Tecnici Ortopedici

Dettaglio
12-10-2013
''Giornata internazionale del Piede Torto Congenito''

Il giorno 12 Ottobre 2013, a Milano, avrà luogo la prima edizione della "Giornata internazionale del piede torto congenito con la metodica Ponseti".

In allegato il programma.

Dettaglio
11-10-2013
Assemblea ANTOI 2013

Assemblea Nazionale ANTOI - Venerdì 11 Ottobre 2013, h. 14.00 - Reatech MILANO

Dettaglio
16-09-2013
Nuova determina della Commissione ECM

La Commissione nazionale per la Formazione Continua, nella seduta di luglio, ha emesso una determinazione con la quale affronta i temi delle possibili condizioni per l’esonero dai crediti ECM, le regole per il tutoraggio individuale, quelle per la formazione all’estero e per l’autoapprendimento.

Dettaglio
27-08-2013
Detraibilità spese ECM

Con riferimento ai quesiti che vengono indirizzati ad Antoi in merito alla deducibilità dei costi sostenuti per la partecipazione a corsi ECM, dobbiamo precisare che la normativa, ancora, non prevede la possibilità di dedurre tali costi, non trattandosi, per i tecnici ortopedici di professione riconosciuta con proprio Albo professionale.

Dettaglio
09-08-2013
Ecco i posti a bando per la laurea magistrale 2013/2014

Sono stati pubblicati sulla GU n.182 del 5-8-2013 i posti per le lauree magistrali che saranno in totale 2207, il 2,9% in più rispetto allo scorso anno.
I posti disponibili per l'ammissione dei corsi di laurea magistrale delle professioni sanitarie tecniche assistenziali per l'anno accademico 2013/2014, sono in totale 155 tra le varie sedi universitarie e coinvolgeranno anche i tecnici ortopedici.

Dettaglio
01-08-2013
ANTOI riconosciuta ancora come associazione maggiormente rappresentativa

Si è chiusa una prima parte dell'iter previsto dal Ministero della Salute per il riconoscimento delle associazioni professionali maggiormente rappresentative e tra le associazioni riconosciute c'è anche ANTOI.
Il Consiglio Direttivo Nazionale ANTOI conscio delle responsabilità per un lavoro di rappresentanza che è reso sempre più difficile dalle condizioni createsi con lo stato di crisi del Paese, moltiplicherà il suo impegno a favore di tutta la categoria.

Dettaglio
01-08-2013
Riordino delle professioni sanitarie nel progetto di legge del Ministro

C'è anche una parte dedicata all'organizzazione delle professioni sanitarie nel DDL Lorenzin varato in luglio dal Consiglio dei ministri. Lo ha annunciato lo stesso ministro della Salute Beatrice Lorenzin, spiegando che il provvedimento contiene "una norma dettagliata su Albi e Collegi che nasce dall'esigenza di dare una nuova configurazione a queste professioni".

Sul riordino delle professioni sanitarie si discute da tempo. Sono passati infatti più di sette anni da quando la legge 43 ha cercato di disciplinare in modo organico il settore, ma senza risultati. Ogni tentativo di riordino si è infatti arenato nel fine corsa delle ultime legislature. Ora una norma contenuta nel DDL Lorenzin e ben quattro proposte di legge sul tavolo delle Commissione Igiene e Sanità in Senato ritornano prepotentemente sulla materia e, per tutti i tecnici ortopedici, in attesa del proprio Albo professionale si riapre la speranza di poter vedere la fine di tale percorso.

Ora in Commissione, si dovrà lavorare per portare ad unitarietà i quattro disegni di legge e, sicuramente uno dei temi in agenda sarà anche il DDL Lorenzin.

Dettaglio
01-08-2013
Convegno ECM a Caltanisetta su: ''La spalla ortopedica''

Si informa circa il corso, di cui alleghiamo il programma, che avrà luogo in settembre a Montedoro (CL) presso la Sala Conferenze Osservatorio Astronomico, Montedoro (CL).

Al convegno sono stati assegnati n. 8 crediti formativi ECM.

 

Dettaglio
17-07-2013
Incostituzionale l’impignorabilità dei beni delle Asl nelle Regioni sottoposte a Piano di rientro

La Corte ha dichiarato l’illegittimità  costituzionale del blocco dei pignoramenti ASL

Dettaglio
17-07-2013
Congresso Internazionale ''La chirurgia del piede e della mano nella Charcot Marie Tooth''

Sono aperte le iscrizioni per il Congresso Internazionale:
"La chirurgia del piede e della mano nella Charcot Marie Tooth: in Italia, in Europa e nel mondo" organizzato dall' Associazione Italiana Charcot Marie Tooth Onlus,
in collaborazione con St Maartenskliniek, Nijmegen (The Netherlands), New York University School of Medicine, Children's Hospital of Philadelphia, Universidad de Alicante (Spagna), Ospedale di Foligno (PG), A.S.L. di Albano Laziale (Roma).

 

Dettaglio
12-06-2013
Si consolida il coordinamento delle Associazioni professionali

Nel corso dell'Assemblea del 11 Maggio 2013 con l'approvazione del nuovo regolamento del CoNAPS sono state definite le strategie politiche ed organizzative funzionali al perseguimento degli obiettivi di cui all'art. 4. Strumento per il perseguimento di tali obiettivi diviene anche il nuovo direttivo del Coordinamento che ha previsto una ridefinizione degli organi del CoNAPS con rispettive nomine funzionali fra i rappresentanti delle Associazioni aderenti che si affiancano ai poteri già definiti dall'Assemblea.

Dettaglio
12-06-2013
La disciplina per il riconoscimento di un titolo professionale da un paese all'altro

Siamo a fornire le precisazioni seguenti in conseguenza di ripetute richieste pervenuteci da Tecnici Ortopedici intenzionati ad esercitare all’estero e da soggetti in possesso di titoli rilasciati da altri Paesi ed interessati ad esercitare in Italia
I cittadini che, avendo conseguito un titolo professionale dell’area sanitaria in Italia, intendono esercitare la propria professione in un altro Paese comunitario, devono inoltrare la domanda di riconoscimento del titolo all'Autorità estera competente del Paese.
E' possibile che, a tale scopo, le Autorità estere richiedano la presentazione di un "attestato di conformità e del good professional standing" rilasciato dal nostro Ministero della Salute.
Invece, la procedura di riconoscimento in Italia di un titolo straniero, acquisito in un Paese dell'Unione Europea, è differenziata a seconda se il titolo appartiene a:
• cittadini dell'Unione Europea
• cittadini non comunitari

Dettaglio
12-06-2013
Ordini e professioni sanitarie: ecco a che punto siamo con le riforme

Ora che il nuovo Parlamento e il nuovo Governo sono operanti quali sono le attese maggiori da parte dei professionisti della salute per le quali si attendono risposte dalla Politica? Fa il punto della situazione il Dr. Saverio Proia, dirigente del Ministero della Salute su un articolo pubblicato su "quotidianosanità.it".

Dettaglio
15-03-2013
Sanità non solo assistenza

Il 22 marzo 2013 al Centro Don Orione di Mestre, avrà luogo un incontro organizzato come Coordinamento Professioni Sanitarie del Veneto circa il ruolo delle professioni sanitarie nella qualità dei servizi.

Nell'incontro, come da programma allegato, si discuterà anche con l'Assessore regionale Coletto.

Dettaglio
15-02-2013
Accordo di programma tra ANTOI e le Associazioni delle Imprese del comparto

Il comparto dell’Assistenza Protesica ha nella figura del Tecnico Ortopedico il fulcro di gran parte delle attività svolte quotidianamente all’interno dell’officina ortopedica. Il suo profilo professionale individua precisamente le competenze e le responsabilità, sia di fronte all’Assistito che di fronte alle altre figure professionali che compongono il team riabilitativo.
Per lungo tempo però questa figura professionale è stata, forse, considerata in maniera eccessivamente astratta e separata dal contenitore nel quale si trova ad operare: l’azienda ortopedica.
Le problematiche del settore (abusivismo, assenza di requisiti minimi chiari per le aziende, spazi operativi per le varie professioni sanitarie, vetustà dei riferimenti normativi, per citarne solo alcuni), sono difficoltà sia della professione che dell’azienda. Il Tecnico Ortopedico a volte coincide con l’impresa stessa, a volte è uno degli attori, in quanto lavoratore dipendente. Ma va superata la distanza tra professione ed azienda.
Per queste ragioni ANTOI si sta rivolgendo a tutte le Associazioni imprenditoriali del comparto per la sottoscrizione di accordi di programma per la valorizzazione della figura professionale del tecnico ortopedico.
Il primo accordo sottoscritto è quello tra Assortopedia e ANTOI mirato alla valorizzazione del Tecnico Ortopedico considerato come tassello – imprescindibile – all’interno di un mosaico composito fatto di ambienti di lavoro in cui ormai operano anche altre figure, artigianalità, fascicolazioni da rispettare, contatto con la classe medica  e con gli altri professionisti sanitari.
Per poter meglio rappresentare e tutelare il ruolo del Tecnico Ortopedico, ed evitare che il settore si divida anche su questo aspetto, riteniamo importante che anche le altre sigle associative concordino sull’opportunità di intese analoghe a quella stipulata tra Assortopedia e ANTOI. In questo modo non solo saranno uniformi le istanze che verranno rappresentate alle Istituzioni, ma lo sarà anche ogni singola iniziativa posta in essere nel quotidiano a livello nazionale nell’interesse dei Tecnici Ortopedici e nell’interesse delle aziende del comparto.

Dettaglio
15-02-2013
Manifesto delle professioni sanitarie

Roma, 13 febbraio 2013 - “Le Professioni Sanitarie riunite nel CONAPS sono, insieme a quelle organizzate in Ordini e Collegi, la “colonna vertebrale” del SSN.

Ma ancora oggi troppe sono le storture e le limitazioni cui sono costrette: assenza di Albi e Ordini, disordine normativo nella formazione, molti provvedimenti disattesi, libera professione al palo. Eppure la tutela della salute, garantita dall’art. 32 della nostra Costituzione, si esplica anche attraverso la garanzia, da parte dello Stato, della certezza del professionista con cui il cittadino si relaziona. Per questo motivo sono stati istituiti per medici, infermieri, tecnici di radiologia ed ostetriche gli Albi, riuniti in Ordini e in Collegi, garantendo al cittadino di ritrovare, in quel professionista, le competenze che legittimamente si possono attendere, in virtù della formazione universitaria a carattere nazionale, oltre che del governo della deontologia professionale e della formazione continua. Non se ne spiega dunque l’assenza per le altre professioni sanitarie. In quest’ottica, liberare le professioni sanitarie dagli ostacoli che oggi impediscono di contribuire a migliorare il Servizio Sanitario Nazionale deve essere uno degli obiettivi di chiunque si appresti a riorganizzarlo”. Con queste parole il presidente del Coordinamento Nazionale delle Professioni Sanitarie, Antonio Bortone, presenterà il manifesto: Prepariamo il Futuro, domani a Roma, durante il convegno sul tema organizzato dalla Confederazione Nazionale dei Tecnici Sanitari di Laboratorio Biomedico Antel-Assiatel-Aitic e presieduto dal dott. Fernando Capuano. È prevista la presenza del Ministro Balduzzi, e di alcuni rappresentanti dei partiti in campo per le prossime elezioni politiche. Parole contenute anche nel manifesto “Professioni Sanitarie: al servizio dei cittadini per un sistema sostenibile”, destinato ad entrare nell’agenda del primo ministro che avrà il compito di guidare l’Italia nei prossimi 5 anni.

Dettaglio
15-02-2013
Ministro Balduzzi su professioni sanitarie: approfondire per maggior sicurezza a cittadini e operatori

COMUNICATO STAMPA

Ministro Balduzzi su professioni sanitarie: approfondire per maggior sicurezza a cittadini e operatori

 
Le attività di diagnosi, cura, assistenza, riabilitazione e prevenzioni in campo sanitario sono attività di competenza e riservate alle professioni sanitarie. Lo ribadisce un provvedimento approvato dalla Conferenza Stato-Regioni, su proposta del Ministro della Salute, Prof. Renato Balduzzi, seguito all’approvazione della legge 4 del  14 gennaio 2013 con la quale si dettano norme per il riconoscimento delle professioni non organizzate, dalle quali restano fuori  le attività riservate per legge alle professioni sanitarie. La complessità dell’ambito di intervento delle 28 professioni laureate vigilate  dal Ministero della Salute, interessate da una continua evoluzione scientifica, tecnologica, formativa ed ordinamentale, rende necessario un approfondimento tecnico e giuridico delle attività proprie delle professioni sanitarie attraverso una preliminare ricognizione delle funzioni di diagnosi, cura, assistenza, riabilitazione e prevenzione riservate alle professioni sanitarie. Il provvedimento ne affida la competenza del Consiglio Superiore di Sanità.
 
 
“Con questa attività ricognitiva  - afferma il Ministro Balduzzi -  si intende informare correttamente i cittadini su quali siano i professionisti a cui la legge affida la cura della  loro salute e, nel contempo, dare garanzie ai professionisti della salute nella certezza che non vi possa essere sovrapposizione di competenze con  altri operatori che non abbiano conseguito l’accreditamento formativo e professionale richiesto alle professioni sanitarie dall’attuale normativa, nazionale e dell’Unione Europea”.
 
 
Ministero della Salute
Ufficio Stampa
 
Portavoce e Capo Ufficio Stampa: dott. Alberto Bobbio
 
Lungotevere Ripa, 1 – 00153 Roma
tel.  06 5994 5289-5320-5397 - email: ufficiostampa@sanita.it
Dettaglio
29-01-2013
Ogni tecnico ortopedico sia un presidio di competenze professionali

CONTINUA IL TESSERAMENTO 2013

Siamo all'inizio di una nuova stagione per l'ANTOI che, peraltro, ha appena cambiato i propri Organi e rappresentanti rinnovando la spinta e le risorse che hanno preso il testimone della rappresentanza di questa nostra categoria professionale e, con identico spirito innovativo avviamo la campagna tesseramento 2013, con alcune novità nell'articolazione delle quote e nei benefit corrispondenti, frutto di consigli e pareri raccolti nel corso delle iniziative sviluppate nel 2012.

ANTOI tanto ha fatto e tanto intende fare, pur contenendo le contribuzioni da parte degli associati, stante una crisi che attraversa anche il nostro Sistema Sanitario Nazionale, moltiplicando gli sforzi e la disponibilità lungo le direttrici che il Presidente Nazionale illustra nella nota di lancio a questa campagna di tesseramento come da allegato a questa "new".

ANTOI svilupperà, in particolare il confronto con tutte le rappresentanze di comparto che abbiano compreso come la professionalità e competenza del Tecnico Ortopedico sia la chiave di volta per la costruzione di un futuro per tutto il comparto orto-protesico, evitando politiche di rappresentanza astrattamente ancorate ad una visione professionale che, nella realtà si coniuga, invece e prevalentement,e con la realtà dell'impresa ortopedica.

ANTOI, per questo cercherà di proseguire la propria attività di difesa e sviluppo degli interessi dei Tecnici Ortopedici assieme a tutte quelle Organizzazioni che ne condivideranno lo spirito, con realismo ma anche visioens tartegica del futuro, auspicando di essere in quella buona compagnia di tanti colleghi che tengono alto il nome della tecnica ortopedica tutti i giorni e pure in situazioni spesso gravose e poco gratificanti sul piano economico e dei riconoscimenti.
Iscriviamoci e diamo forza all'ANTOI.

Il Consiglio Direttivo ANTOI

Dettaglio
25-01-2013
Consulta: incostituzionale la legge pugliese che favorisce le strutture private territoriali

La norma pugliese che impone alle Asl regionali di stipulare accordi contrattuali con presidi privati per l'erogazione di prestazioni di riabilitazione domiciliare anche per i pazienti disabili con le sole strutture ubicate nel territorio pugliese è incostituzionale. Lo ha stabilito una sentenza della Consulta (236/2012, pubblicata oggi) sollecitata dal Tar pugliese. In particolare la pronuncia ha bocciato l'articolo 19, commi 3 e 4 della legge regionale n.26 del 2006 come sostituito dall'articolo 8 della legge regionale n.4 del 2010.

In particolare la norma stabilisce un ordine di priorità creando una corsia preferenziale con le strutture private territoriali afferenti alla Asl e in subordine «qualora il fabbisogno non possa essere soddisfatto attraverso gli accordi contrattuali con i soggetti insistenti nel territorio della ASL di riferimento, i direttori generali stipulano accordi contrattuali con strutture insistenti in altri ambiti territoriali regionali, in ragione dell'abbattimento delle liste di attesa» (art. 19, commi 3 e 4, della legge regionale n. 26 del 2006, come sostituito dall'art. 8 della legge regionale n. 4 del 2010).

Dettaglio
15-01-2013
Esercizio abusivo della professione: i cittadini non sono persone offese

Il fatto
Con decreto del giudice per le indagini preliminari su conforme richiesta del PM competente è stata dichiarata inammissibile l’opposizione proposta contro l’archiviazione di un procedimento penale per il reato di esercizio abusivo della professione.
Gli opponenti hanno sostenuto la loro azione in relazione ad una perizia svolta su una persona del frattempo deceduta, deducendo quale motivo del ricorso la violazione di legge in merito alla diagnosi operata da soggetto non giuridicamente qualificabile quale psichiatra ma solo come psicologo.

Dettaglio
RICERCA NEWS PER ANNO